Coca-Cola introduce a Marcianise la tecnologia KeelClip

170

Lo stabilimento di Marcianise è il più importante polo produttivo del Sud Italia della Coca-Cola, dove ogni anno vengono prodotti oltre 210.000.000 litri tra Coca-Cola, Fanta, Sprite e altre bibite appartenenti al marchio. Negli ultimi anni sono stati fatti investimenti dal valore di oltre 50 milioni di euro e per il lancio nel mercato italiano di KeelClip è stato necessario un ulteriore investimento di 3 milioni, investimento che però consentirà all’azienda di ridurre le emissioni di CO2 del 50% e di risparmiare circa 450 tonnellate di plastica ogni anno.

KeelClip:  l’importanza del packaging secondario

Ad oggi, tutti i packaging in plastica, vetro ed alluminio di Coca-Cola sono riciclabili al 100% e in parte già in materiale riciclato. Con KeelClip, l’azienda si è voluta concentrare sul cosiddetto packaging secondario, ovvero quello non a contatto diretto con il prodotto: si tratta di un rivoluzionario metodo di gestione di confezionamento multiplo, KeelClip non è altro che una struttura in carta che si aggancia alle lattine e le tiene ferme e stabili tra di loro. 

Negli ultimi anni sono stati investiti oltre 50 milioni di euro nello stabilimento di Marcianise in innovazione e sostenibilità,  KeelClip è solo l’ultimo di una serie di progetti di lungo termine che hanno visto lo stabilimento diventare una realtà sempre più importante nel Sud Italia”.    

spiega Ciro Grieco, Plant Manager di Coca-Cola HBC Italia a Marcianise 

Gli investimenti degli ultimi anni hanno reso lo stabilimento di Marcianise uno dei poli produttivi di Coca-Cola in Italia. Le ultime innovazioni hanno permesso la creazione di una linea produttiva ad alta velocità in grado di produrre 120.000 lattine ogni ora. Lo stabilimento inoltre dispone anche di un impianto fotovoltaico e di macchinari di ultima generazione deputati al soffiaggio delle celeberrime bottiglie di vetro marchiate Coca-Cola. Ultima, ma non per importanza, nello stabilimento è presente anche una centrale di cogenerazione, inaugurata nel 2016, per la produzione di energia, calore e acqua refrigerata: poter contare su una centrale di cogenerazione significa ridurre sensibilmente il proprio impatto ambientale e aumentare la propria efficienza energetica.

Lo stabilimento Coca-Cola di Marcianise, grazie al grande impegno e alla lunga serie di investimenti degli ultimi anni, si è guadagnato un posto tra i virtuosi del rispetto ambientale. L’obiettivo – racconta il Plant Manager Ciro Grieco – è quello di diventare un esempio di come, seguendo un modello di economia sempre più circolare, sia possibile raggiungere livelli elevatissimi di efficienza e allo stesso tempo ridurre le proprie emissioni e i propri consumi. 

Articolo precedenteStan Smith, Forever: Adidas a supporto di End Plastic Waste
Articolo successivoVertical Farm: il futuro del settore agricolo